venerdì 26 febbraio 2016

La crisi delle banche: articolo di Beniamino Coia


Beniamino Coia della IV E ha scritto un articolo sulla crisi delle banche italiane, riportato qui sotto


Lo scorso 22 Novembre il governo ha approvato il cosiddetto "salva banche", un decreto con cui sono state salvate dal fallimento quattro banche;

Banca dell'Etruria, Banca Marche, CassaRisparmi, Ferrara e di  Chieti. Il salvataggio è avvenuto in base alle nuove regole europee solo che la notizia si è messa in luce soprattutto a causa del suicidio di un pensionato a Civitavecchia

COSA È SUCCESSO? Da anni le 4 banche erano in grave difficoltà a causa di cattive pratiche di amministrazione. Lo scorso 22 novembre si è deciso di procedere al salvataggio per evitare il fallimento. Che è molto dannoso sia per il sistema finanziario ma anche per dipendenti e risparmiatori.Ció è avvenuto con il cosiddetto BAIL un sistema che prevede di salvare una banca con i soldi degli investitori. In queste nuove società ci sono  solo parti sane. Invece le banche dette "insane" sono stati trasferiti a una nuova società detta bad bank. Si tratta di un operazione costosa. L'operazione di circa 3,6 miliardi è stata erogata dal cosiddetto "fondo di risoluzione", un fondo creato per queste situazioni. Il resto del denaro è stato recuperato azzerando il valore delle banche e delle obbligazioni subordinate.

PERCHÉ I RISPARMIATORI HANNO PERSO I SOLO SOLDI? Nessuna persona che ha depositato soldi li ha persi, solo coloro che avevano investito i propri risparmi nelle azioni della banca oppure in obbligazioni subordinate. Il problema che molti accusano le proprie banche di averli raggirati, truffati e minacciati. Le banche per ridurre i danni sono state salvate secondo le nuove regole europee. Secondo la banca centrale sono stati utilizzati tra il 2008 ed il 2014 soldi pubblici per salvare le banche ( 800 miliardi).Sinceramente salvare una banca è molto importante, ma non di vitale importanza. Sono stati usati miliardi e miliardi soldi pubblici e credo sia anche per questo che il nostro paese si trova in questa situazione economica difficile.

Nessun commento:

Posta un commento